Il miglior sito porno per un pubblico gay

“I gay di Milano mi stanno consumando, sparlano e mentono. Vi chiedo un…” | La Posta Del Cuore Di Bitchy

La Posta Del Cuore di Bitchy [premi qua per recuperare le lettere] è tornata prepotentemente conquistando anche BitchyX.it, qua, ovviamente, in versione hard. Se avete una storia interessante, un aneddoto, un dubbio o delle curiosità potete contattarmi a questo indirizzo.

La Posta Del Cuore di Bitchy:

Ciao Bitchy e Bitches. Preferirei restare anonimo, se è possibile. Questa lettera (o sfogo) non so bene in che sezione vada.
Ti scrivo perché vorrei un consiglio. Ho 25 anni e vivo a Milano da 3 anni. Sono originario del nord. Come molti gay che si trasferiscono da fuori, specie dai paesi piccoli, ho sempre visto Milano come una fantastica avventura e opportunità. Ogni venerdì sera percorrevo i miei 50 km in macchina per andare a ballare al Vogue Ambition e in mezzo a tanti altri ragazzi come me ho cominciato a sentirmi libero e a vivere appieno la mia vita “alla luce del sole”. O sotto la luce artificiale di quella bellissima discoteca che purtroppo ora esiste in versione “club privato”.
Poi avvenne quel che desideravo di più: trasferirmi definitivamente a Milano. Zona non troppo centrale ma neanche periferica. Un lavoro ben pagato e tanti amici.
O meglio, questo è quello che ho sempre creduto. Ed è il motivo per cui scrivo.
Sono una persona che all’inizio era molto timida. Ora sono molto più aperto, comprensivo e di larghe vedute. Ho avuto tra i miei conoscenti gente che sta in coppia aperta, persone transessuali, persone con HIV. Ho imparato a conoscerle, rispettare le loro condizioni e scelte di vita.
Sono anche sempre stato una persona bisognosa di affetto e di attenzioni. Ho sempre avuto Grindr e l’ho utilizzato per cercare di tutto: amici, conoscenti, possibili mariti, divertimento. Quello che volevo più di ogni altra cosa era trovare una persona semplice, sincera. Non mi interessa “il fine”.
Il problema è che ora sono ad un punto di stallo della mia vita. Non so cosa fare. Di tutti i conoscenti che avevo non è rimasto nessuno, ho allontanato tutti a causa del loro comportamento e della mia tolleranza che si è esaurita. Se esci in via Lecco con qualcuno, se lo conosci dal vivo, se lo conosci su Grindr, se lo conosci su Instragram… è inevitabile che questo avrà da ridire su altre persone, sparlare di tutti o, peggio ancora, mentirti.
Milano e le sue persone, specie quelle che vengono da fuori, mi hanno e mi stanno consumando piano piano senza lasciarmi più niente se non vuoto e dolore.
Quel che è peggio è che tutti mi chiedono perché io non abbia amici o un fidanzato perché nonostante la mia autostima che rasenta lo zero so di non essere brutto e di avere tanto da offrire sul piano umano. Ho tanto da raccontare.
Forse ho avuto anche sfortuna nella mia vita di conoscere solo persone poco rispettose della sensibilità altrui e inclini alle menzogne, non lo so.
Quello che vorrei chiedere agli utenti, specialmente a quelli di Milano, è un consiglio: vorrei andarmene e trasferirmi, ma non so se sia la scelta giusta. Ho perso quasi del tutto le speranze di trovare un rapporto sincero, che sia di amicizia o d’amore.
Vorrei capire esattamente cosa fare e cosa fareste voi perché mi sento perso, triste, stufo. E avere questo vuoto e prospettiva del nulla dentro, a venticinque anni, non è bello.
Grazie a tutti per qualsiasi consiglio e/o critica costruttiva che mi darete.

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.