Il miglior sito porno per un pubblico gay

“Amo un uomo 20 anni più grande di me, ma ho un dubbio: è possibile che….” | La Posta Del Cuore di Bitchy

La Posta Del Cuore di Bitchy [premi qua per recuperare le lettere] è tornata prepotentemente conquistando anche BitchyX.it, qua, ovviamente, in versione hard. Se avete una storia interessante, un aneddoto, un dubbio o delle curiosità potete contattarmi a questo indirizzo.

La Posta Del Cuore di Bitchy:

Ciao Fabiano!
Se puoi l’anonimato, mi sarebbe utile. 🙂

Voglio raccontarti la mia storia, così da avere un consiglio, da te e dagli amici lettori <3

Sono sempre stato sfortunato nelle relazioni. Con un ragazzo di Roma (nb. all’epoca vivevo a Napoli!) ho avuto una storiella di qualche mese, per farvi immaginare il mio essere co*lione, mentre facevo outing con mia sorella, lui dopo che mi aveva salutato, è rimasto a Napoli per trombarsi n’altro. Amen. Me ne sono fatto una ragione. Questo solo per spiegarvi la mia sfortuna, la storia sulla quale vorrei un consiglio la scrivo ora.

Da due anni conosco questo uomo, più grande di me di 20 anni, ed io ne ho 27. Sono sempre stato attratto da uomini più grandi, e lui li porta discretamente bene.
Nel primo anno di conoscenza, io non ero invaghito, c’è stato qualche bacio, ma nulla che mi portasse a dire “WOOOOOW”, anche perchè mi sono trasferito a Milano, e quindi siamo rimasti in contatto, e appena tornavo a Napoli ci si vedeva.
L’estate scorsa, complice il fatto che sarei rimasto a Napoli per un bel po’, ci vedevamo molto di più, mi chiese addirittura di passare una mini vacanza da soli. Nulla di strano, però capivo che mi stavo invaghendo. Lui è uscito con le ossa rotte da una relazione durata 5 anni, quindi il fatto che si relazionasse con me, mi faceva piacere, e lui ha sottolineato che il “chiodo scaccia chiodo” l’ha già passato e che non ero io il rimpiazzo, anche se non vuole una storia.
Ritorno a Milano per il lavoro, e lui mi contatta con molta più frequenza, fino a sentirci tutti i giorni, e ogni volta che scendevo era il pretesto di incontarci e stare insieme. Lui è un geloso che non lo da a vedere, se dico che esco con dei colleghi, comincia a tempestermi di domande e messaggi, e quando gli faccio notare che lui “non vuole una relazione” è come se tornasse sui suoi passi. Gli ho detto “ti amo”, ma lui ha riposto, ribadendo, che non vuole una storia. Da qui il mio “ok, allora non ci sentiamo più e non vediamoci!”. Qui lacrime a palla, da parte di entrambi. Lui ha tante mini attenzioni nei miei confronti che mi fanno piacere, ed io, nonostante tutto, credo di vivere una relazione (non incontro nessuno, se non per conoscenza / amicizia, lui dice che ha rapporti solo con me, ed io solo con lui).
Il fatto è Fabià, si può vivere una relazione, senza l’etichetta “stiamo insieme”? Si possono superare certe dinamiche?
In più, ti dico, che a volte io ho dei forti dubbi, come se lui mi nascondesse delle cose….quindi ho la testa in fumo…e non so che fare!

Grazie 🙂 <3

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.